S. Gottardo - Lusnizza

L'edificio fu consacrato dal vicario generale di Aquileia nel 1450, ma si fa cenno all'esistenza di una cappella già nel 1436. Nel 1660 fu restaurata da Gabriele dei Canal di Malborghetto, imprenditore delle locali fucine metallurgiche. Subì forti danni sia durante la Prima Guerra Mondiale, sia a causa del terremoto del 1976. Si conservano all'interno della chiesa tre altari lignei l'altare maggiore, con statuine dei Santi Gottardo, Caterina e Barbara è del tardo cinquecento, l'altare laterale è arricchito da una pala raffigurante la Carità di S. Martino (1642) del venzonese Giovanni Snaidero; il terzo altare, settecentesco, presenta un Cristo risorto.

 

Chiesa di Lusnizza

Ricerca

Ricerca rapida

Galleria fotografica